download pdf – Consiglio di Viaggio | di Antonio Castello
Nell’appartamento “Blue”, Claudio e Marina Riefoli dànno il benvenuto agli ospiti
Un tempo, quando gli dei vivevano ancora vicino ai mortali, viveva un bellissimo principe di nome Endimione, il quale, dopo aver conquistato Olimpia e cacciato il re Climeno, divenne re dell’Elide. La principessa Selene (dea della Luna) vedendolo, rimase talmente affascinata dalla sua bellezza da innamorarsene perdutamente. In realtà anche Endimione contraccambiò il suo amore. Ma Selene era una dea quindi immortale, mentre Endimione era un semplice essere umano.

Non sopportando l’idea che il giovane dovesse morire, e per la paura e il dolore di vivere l’eternità senza di lui, Selene si rivolse a Zeus, chiedendogli che Endimione ottenesse il dono della vita eterna, dimenticando che senza aver ottenuto prima l’eterna giovinezza, l’uomo sarebbe divenuto presto un vecchio orribile costretto a vivere in eterno. Allora lo addormentò in una caverna sul monte Latmo, dove tuttora il principe, eternamente bello e giovane, sogna la sua Selene.

La mitologia ci ha tramandato molte di queste leggende che hanno sempre un collegamento con l’irreale. Può esistere l’amore fra una dea e un immortale? Bella domanda. Bisognerebbe sapere prima se esistono le dee. Ma questo ci porterebbe lontani. Quello che so è che esiste l’Amore e che rappresenta il sentimento più forte per l’umana esistenza.

Non conoscevo questa dolce leggenda. A raccontarla è stato Claudio Riefoli, General Manager di MyApartSuite, illustrando le ultime due arrivate e i nomi che aveva scelto per distinguerle dalle altre. MyApartSuite è una catena di 8 appartamenti, tutti situati in un unico complesso in Via Portuense 101, a due passi da Trastevere, nel cuore dello storico mercato romano di Porta Portese. Dire appartamenti è però inesatto perché si tratta di vere e proprie “suites senza l’hotel”, arredate con gusto ed eleganza, una diversa dall’altra e, soprattutto, tutte con nomi diversi a seconda dei vari colori dominanti: Black&White (2 suites), Purple, Pop Colors, White, Red, Blue, Silver. Come dicevo, è stato proprio per dare un nome a quest’ultima (la Silver) che è venuta fuori la leggenda. Silver (argento), infatti, è il colore della Luna e nel voler connotare quello che doveva essere un “nido d’amore” non c’era nome più appropriato soprattutto se ispirato alla leggenda. “L’appartamento, ha detto Riefoli, è rigorosamente per due persone. Il colore predominante è il bianco mentre alcune finiture propongono bagliori lunari. In camera da letto la notte è illuminata da una scia argentea e dalla fiamma (di un biocaminetto ad acqua) visibile dall’alcova e dal soggiorno. L’idea del nome è venuta dal fatto che dalla camera si intravede l’Aventino e su questo colle, come è noto, nell’antichità sorgeva il Tempio dedicato alla dea Luna. Approfondendo la storia ho scoperto questa leggenda che è stata determinante per nominare la suite”.

Questo nuovo gioiello del Gruppo è stato presentato alla stampa insieme ad un’altra perla, l’appartamento “Blue”, che si sono andati ad aggiungere agli altri sei appartamenti inaugurati nell’ottobre del 2013 per un totale, oggi, di 25 posti letto.“Si tratta di due appartamenti, ha detto ancora il General Manager, come tutti gli altri del Gruppo, diversi l’uno dall’altro, pur con il denominatore comune dell’eleganza e dello charme, del legame forte con la Città Eterna, con la sua storia, la sua arte, i suoi fascini”.
Questa “nuova formula” dell’ospitalità nella Capitale, consistente nel poter alloggiare in vere e proprie suite ma senza hotel, ha ottenuto immediatamente il pieno consenso di un pubblico variegato e composito, proveniente, in ordine decrescente, da Francia, U.S.A., Australia, Cina, Italia, Emirati Arabi, Gran Bretagna, Belgio, Scandinavia, America Latina. L’occupazione è molto alta e costante da aprile a ottobre, con veri picchi durante le Festività e i Ponti, variando da una percentuale del 70% per arrivare fino al 95%.

Ai clienti vengono offerti numerosi servizi collaterali: prenotazione ristoranti, teatri, mostre, sfilate, ed eventi in programma nella Capitale, tours, transfers ed altro ancora. Non ultima la possibilità di gustare una cena preparata e servita, direttamente in appartamento, da uno chef stellato.

Il successo è stato quasi immediato, con un punteggio di gradimento di 9,3 su 165 giudizi espressi. La formula di MyApARTsuite reinterpreta il concetto di soggiorno, donando ai propri ospiti la possibilità di vivere un’esperienza unica. “Ogni opera, oggetto, luce o profumo presente all’interno degli appartamenti, dichiara ancora Riefoli, consente d’instaurare un dialogo interiore… un viaggio nel viaggio”.

Arredati “a tema” prendendo come spunto il cinema, l’arte, la musica e i colori, tutti i locali rispondono ad una esigenza personale del manager che ha voluto così, alla stessa stregua di un’opera d’arte, rappresentare il proprio essere e i propri ricordi. E la clientela lo ha ben compreso: basta leggere le recensioni su internet che sono tutto un inno: alla qualità, al prezzo, alla comodità, alla cortesia, all’eleganza e, aggiungo io, alla genialità.

(foto: MyApartSuite, Claudio Patriarca, Roberta Gulotta)

www.myapartsuite.net